Excite

Scajola: "Entro 5 anni al via le centrali nucleari"

"Onoreremo con convinzione e determinazione l'impegno assunto da Silvio Berlusconi: entro questa legislatura porremo la prima pietra per la costruzione di una centrale nucleare di nuova generazione".

Queste parole sono state pronunciate all'assemblea di Confindustria dal Ministro allo Sviluppo Economico Claudio Scajola. "Solo gli impianti nucleari consentono di produrre energia su larga scala, in modo sicuro, a costi competitivi e nel rispetto dell'ambiente - ha detto il ministro aggiungendo che "la bolletta energetica pesa per 60 miliardi di euro e rende negativa la nostra bilancia commerciale.

> Sondaggio: Nucleare in Italia, sei d'accordo?

Sul nucleare si era soffermata anche Emma Marcegaglia nel suo discorso di investitura: "È tempo di tornare ad investire nell'energia nucleare, un settore dal quale ci hanno escluso più di 20 anni fa decisioni emotive e poco meditate. Ciò ha accresciuto la nostra insicurezza e la dipendenza dall'estero, ha sottratto altre risorse alla crescita, ha gonfiato le bollette elettriche di famiglie e imprese".

L'Enel è pronta: l'a.d. Fulvio Conti, interpellato in merito dai giornalisti ha dichiarato che "siamo pronti ed effettivamente la durata della legislatura, pari a cinque anni, può essere un percorso realizzabile".

Ermete Realacci, membro del governo ombra del Pd, ha dichiarato: "Finalmente il governo ha detto qualcosa che gli farà perdere voti. Pensare di portare in cinque anni il nucleare in Italia è qualcosa di ideologico, una battaglia come quella per l'art.18, che sappiamo come è andata a finire".

Angelo Bonelli dei Verdi propone un referendum: "Se il governo Berlusconi vorrà portare il paese in questa follia, un incidente ad una centrale nucleare può distruggere la vita per secoli, saremo pronti a proporre un nuovo referendum come abbiamo fatto oltre 20 anni fa".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016