Excite

Sanità in Puglia, è scandalo. Chiesto l'arresto di Tedesco

Il governatore della Puglia Nichi Vendola è investito dallo scandalo sanità nella sua Regione. Nell'ambito dell'inchiesta sulla sanità pugliese ieri la Procura di Bari ha inviato alla Giunta per le autorizzazioni del Senato la richiesta di arrestare il senatore del Pd Alberto Tedesco, ex assessore alla Sanità della Regione Puglia, indagato per presunti illeciti nella gestione della sanità regionale.

Lo scorso anno l'inchiesta aveva portato all'arresto del vicepresidente della regione Sandro Frisullo (Pd), con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata a compiere reati contro la pubblica amministrazione e turbativa d'asta, e di altri tre alti funzionari della sanità pugliese. Lo scandalo aveva portato Vendola ad azzerare la giunta regionale. E adesso si riparte.

Nel provvedimento con il quale è stata chiesta al Senato l'autorizzazione all'arresto del senatore Tedesco, il gip del tribunale di Bari Giuseppe De Benedictis ha scritto: 'La prassi politica dello spoil system era, di fatto, talmente imperante nella sanità regionale da indurre il governatore Nichi Vendola, pur di sostenere alla nomina a direttore generale di un suo protetto, addirittura a pretendere il cambiamento della legge per superare, con una nuova legge ad 'usum delphini', gli ostacoli che la norma frapponeva alla nomina della persona da lui fortemente voluta'.

Come se non bastasse sono arrivati anche gli arresti domiciliari per uno dei quattro agenti della sua scorta. L'uomo è accusato di aver fatto pressioni per il trasferimento di una cognata infermiera dall'ospedale di Ruvo in quello di Terlizzi.

Dopo aver trascorso l'intera giornata nel suo ufficio, il governatore della Puglia ha spiegato ai giornalisti: 'La bufera è la stessa e devo dire significativamente ridimensionata'. E ha aggiunto: 'Nel provvedimento del giudice per le indagini preliminari cade l'accusa più grave, quella del reato associativo, quella che lasciava intendere il lavoro di una vera e propria cupola criminale che presiedeva a tutto il sistema sanitario'.

Però tra i fatti che emergono dalla lettura delle oltre 350 pagine dell'ordinanza di custodia cautelare, emerge anche l'intercettazione di una telefonata tra Vendola e Tedesco. Nel corso della telefonata il governatore chiede al suo assessore di valutare la possibilità di cambiare la legge per facilitare la nomina di un dirigente sanitario. A tal proposito il governatore della Puglia ha affermato: 'Le nostre comunicazioni telefoniche quando esse non sono incardinate dentro un reato, dentro una ipotesi di reato, valgono per quello che valgono. Cioè, dal punto di vista giudiziario, direi nulla'.

A proposito poi degli arresti domiciliari per uno dei quattro agenti della sua scorta, Vendola ha detto di essere turbato. Il governatore della Puglia ha detto di esser certo del fatto che 'questo poliziotto saprà rapidamente dimostrare la sua estraneità a qualsivoglia condotta illecita'. Vendola poi ha affermato: 'Nel confermare piena fiducia nell'operato della magistratura, auspico che l'accertamento della verità giudiziaria possa avvenire nella massima tempestività'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016