Excite

Sciopero scuola 5 maggio, cortei contro riforma Renzi-Giannini: studenti e insegnanti in piazza

  • Twitter @flaviaamabile

Sette piazze in fermento e tante iniziative di protesta contro la riforma Renzi-Giannini, in occasione dello sciopero generale del settore scuola, con percentuali di adesione altissime in tutta Italia.

Renzi rilancia “La buona scuola”, ma il Partito Democratico si divide sulla riforma

Le sigle confederali si mobiliteranno a Roma, Milano e nelle principali città, ma c'è attesa per i cortei di studenti e precari dopo le vivaci contestazioni al premier Renzi alla festa dell'Unità di Bologna ed altri episodi che hanno fatto salire la tensione nei giorni scorsi, in un clima già abbondantemente “caldo”.

Nella Capitale ampia la partecipazione da inizio giornata alla manifestazione partita da piazza della Repubblica, con in testa lo spezzone unitario dei tre sindacati Cgil, Cisl e Uil, mentre folta è la rappresentanza studentesca annunciata da striscioni e cartelli di protesta all'indirizzo del governo.

Obiettivo comune di insegnanti, personale scolastico e studenti che hanno aderito allo sciopero del 5 maggio, l'opposizione del disegno di legge La buona scuola di Matteo Renzi e Stefania Giannini, appoggiato in toto invece dai dirigenti, schierati compattamente dal primo momento a favore della riforma.

(Grande manifestazione a Roma contro la riforma della scuola: le voci della protesta)

Precarietà, stipendi e diritto allo studio gli assi portanti della mobilitazione in corso da nord a sud Italia: ancora più radicali le contestazioni degli autonomi ed in particolare dei Cobas, impegnati in almeno 12 piazze per altrettante manifestazioni pubbliche collegate allo sciopero di oggi.

Uds, Unione degli Universitari e Rete degli Studenti Medi sono solo alcune delle sigle “di base” presenti in queste ore nelle diverse piazze della protesta. Deserti o decimati gran parte degli istituti, a causa dell'elevato tasso di adesione riscontrato nella giornata di lotta con astensione collettiva di docenti, lavoratori ATA e alunni delle scuole di ogni ordine e grado.

Molti gli esponenti politici nazionali, anche di primo piano (compresi rappresentanti della minoranza interna del Partito Democratico), presenti al corteo organizzato dai sindacati confederali a Roma che culminerà nel raduno di Piazza del Popolo a fine mattinata.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017