Excite

Silvio Berlusconi a Piazzapulita: "Ridicolo pensare di rieducarmi. Renzi lo vedrei in Forza Italia, Dell'Utri persona perbene"

  • La7.it

Se non ci credesse per davvero sarebbe una battuta formidabile: Silvio Berlusconi non ci sta a passare per un che va rieducato e ritiene ridicola l'idea di dover essere recuperato in quanto socialmente pericoloso. Lo ha ribadito nella terza tappa televisiva della sua campagna mediatica in vista delle elezioni Europee del 25 maggio. Dopo Porta a Porta e il flop d'ascolti a Domenica Live, l'ex premier in un'intervista a Piazzapulita di Corrado Formigli in onda lunedì 28 aprile 2014 è tornato sulla linea dura, attaccando a tutto spiano il Capo dello Stato, i magistrati che lo hanno condannato per frode fiscale, gli avversari politici, i persecutori dell'amico Dell'Utri.

Silvio Berlusconi e Matteo Renzi: uno floppa a Domenica Live, l'altro fa il record stagionale a In mezz'ora. E' questa l'immagine politica del Paese?

Silvio Berlusconi sembra aver rimosso che l'accordo per la concessione dell'affidamento in prova ai servizi sociali prevede che il condannato non insulti l'ordine giudiziario. Clausola che sembra non voler rispettareevidentemente non si premura di rispettare, definendo ancora una volta "mostruosa" la sentenza della Cassazione nel processo Mediaset. Non solo. Una condanna che è anche "ridicola, non per me ma per il Paese", poiché impone di mandare ai servizi sociali "un signore che per più tempo è stato responsabile del governo, l’unico politico che ha presieduto per ben tre volte il summit internazionale importante come il G8". Per Berlusconi è "ridicolo" anche solo "pensare che si possa rieducarmi consegnandomi a dei servizi sociali e a dei colloqui quindicinali con assistenti sociali".

Silvio Berlusconi a Domenica Live: "Farò animazione per gli anziani. Francesca è una sinfonia, Dudù adorabile"

La stoccata più forte è per Napolitano, che avrebbe dovuto graziarlo di sua iniziativa, contro tutti i presupposti e le procedure: "Avevo chiesto a Napolitano la grazia, senza presentare alcun atto formale richiesta. Gli avevo detto che aveva il dovere morale di assegnarmi la grazia motu proprio, proprio perché la Costituzione gli assegna come un potere monarchico". In fin dei conti, spiega Berlusconi, la parte relativa all'assistenza agli anziani "è una cosa assolutamente piacevole che non rappresenta nessun sacrificio, probabilmente finirò per stare li tutto il giorno anziché quattro ore". Piuttosto a pesare sono i "vincoli enormi" imposti alla sua libertà personale, dalla rinuncia al passaporto alle limitazioni sugli spostamenti e gli incontri (la stessa intervista a Formigli è stata registrata a Milano per l'impossibilità di Berlusconi di lasciare la città secondo le disposizioni del Tribunale).

Per Matteo Renzi, come sempre, il leader di Forza Italia ha parole contrastanti. Berlusconi usa il bastone e la carota per il suo alleato sulle riforme, non nasconde di invidiargli "l'età, ma non lo considero un vero avversario". E si sbilancia perfino sostenendo che lo vedrebbe bene un volto del suo partito: "Perchè no? - risponde alla provocazione di Formigli - Non è comunista, non ha quell'origine, ma è condizionato fortissimamente nel Pd, non ha maggioranza in Parlamento nel suo partito". E c'è spazio anche per difendere l'amico e sodale di una vita Marcello Dell'Utri: "Una persona perbenissimo, torturato da 20 anni da accusa assurda, che deriva da un reato che non è previsto da codici ma è un'invenzione, il concorso esterno in associazione mafiosa (...) Non sapevo fosse in Libano, stata una sorpresa". Prossima tappa, Ballarò?

Silvio Berlusconi a Piazzapulita: il video dell'intervista

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017