Excite

Silvio Berlusconi chiude a Fini e apre all'Udc di Casini

Dal voto di fiducia, espresso dai senatori e dai deputati, Silvio Berlusconi è riuscito ad ottenere la maggioranza, anche se alla Camera solo tre voti sono bastati per non far cadere l'esecutivo. Questo significa che potrebbe essere molto difficile continuare a governare, anche perché da oggi Gianfranco Fini è chiaramente schierato con l'opposizione.

Il video della rissa alla Camera dopo il voto di Catia Polidori

Il primo a pagare le conseguenze di questo nuovo assetto potrebbe essere il Ministro Bondi, in attesa di giudizio parlamentare per lo scandalo del crollo di Pompei. Berlusconi, sembra però, avere la situazione sotto controllo, anche se chiude definitivamente con 'i traditori' capitanati da Fini e potrebbe essere disposto ad una crisi pilotata, con un reimpasto del governo e un'apertura verso il centro e in particolare all'Udc di Pierferdinando Casini.

Durante la conferenza stampa della presentazione del libro di Bruno Vespa, il Premier ha affermato: 'Ci sono parlamentari che dopo oggi possano rientrare nei gruppi del Pdl o comunque nella nostra coalizione più ampia. Penso all'Udc ed altri partiti che non vogliono restare nell'angolo'. Anche Umberto Bossi, che in un primo momento aveva posto il veto sui centristi, si dice aperto a nuove possibilità.

Chi non sembra felice di questo cambiamento di rotta è proprio Casini che ha dichiarativo le sue posizioni: 'Berlusconi ha il dovere di governare. Se non sarà in grado di farlo si è lasciata aperta solo una strada: costringere irresponsabilmente il Paese alle elezioni. Sia chiaro che in quel caso siamo pronti a presentare agli italiani una proposta di governo alternativa al Pdl e al Pd'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016