Excite

Silvio Berlusconi, conferenza stampa: "Non mi ricandido, ma resto leader del Pdl"

Dopo la condanna a 4 anni e le dichiarazioni di questa mattina che avevano lasciato intendere che potesse cambiare idea sul suo passo indietro, Silvio Berlusconi ha deciso di indire una conferenza stampa per chiarire la propria posizione: "Non mi ricandido a premier", ha detto il Cavaliere, spiegando che resterà comunque in politica come leader del Pdl, perché ritiene necessaria una "riforma della giustizia italiana, affinché non capiti a nessun cittadino quello che è capitato a me". L'ex premier ha quindi attaccato duramente la politica egemonica europea della Germania e della Merkel, alla quale lui si è opposto, e ha parlato di "magistocrazia" in riferimento all'azione dei giudici nei suoi confronti e in generale. Berlusconi ha quindi prospettato il programma del Pdl - basato sulla riduzione della pressione fiscale, l'abolizione dell'Imu, la riforma della giustizia e della legge elettorale - paventando altresì l'ipotesi di togliere la fiducia al governo dei tecnici (colpevole di un "regime di polizia tributaria" e di aver fatto cadere il paese in una "spirale recessiva"): "Nei prossimi giorni decideremo con i vertici del mio partito se togliere la fiducia al governo o, vista la vicinanza con la fine della legislatura, se lasciargli finire il mandato".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017