Excite

Silvio Berlusconi contro Fini e la magistratura

Nuovo attacco del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi alla magistratura. Intervenendo al Teatro Nuovo di Milano per la convention a favore del sindaco Letizia Moratti, il premier ha ricordato che è intenzione del governo portare avanti la riforma della giustizia. Riforma che, insieme a quelle dell'architettura istituzionale e tributaria, sarà possibile anche grazie all'uscita del presidente della Camera Gianfranco Fini dalla maggioranza.

Guarda le foto della manifestazione di Milano

Il lapsus: "Giudici pagati da me"

Secondo il Cavaliere, infatti, tra il leader di Fli e le procure ci sarebbe un patto in base al quale, una volta eliminato Berlusconi, Fini attuerebbe le riforme che convinceranno la magistratura o nessuna delle riforme. Nel corso del suo intervento il premier ha usato toni forti. 'Avviso ai naviganti della Procura - ha affermato Berlusconi - la riforma della giustizia la faremo anche se faranno fuori Berlusconi, perché avremo sempre la maggioranza nel Paese. Ma anche questa volta, ci scommetto, non ce la faranno a farmi fuori'.

Silvio Berlusconi parla del 'patto' tra Fini e la magistratura, il video

Il presidente del Consiglio ha affermato che la riforma della giustizia è indispensabile ed urgente e ha aggiunto: 'Finché sarò presidente della Camera non passerà nessuna riforma che non mi piace'. E poi ancora parole dure nei confronti della magistratura: 'Le accuse su cui si basano i miei processi e sostenute dalla cellula rossa dei pm sono assolutamente infondate. L'ho giurato sulla testa dei miei cinque figli e dei miei amatissimi nipoti'.

Aggiungendo: 'Il presidente è stato dato in pasto ai pm della sinistra, soprattutto a quelli della Procura di Milano. Una decina di volte su 26 sono stato assolto con formula pienissima, le altre archiviato perché per fortuna la maggioranza dei giudici compie con onestà il proprio dovere'. Ed infine: 'L'abrogazione dell'immunità parlamentare è stato un errore gravissimo. Forse è stato l'errore più grave delle precedenti maggioranze'.

Ma ai giornalisti presenti alla convention non è sfuggito un lapsus proprio mentre Berlusconi parlava di giustizia e ricordava che nei 30 anni in cui è stato imprenditore non è stato accusato di nulla, mentre poi è diventato 'peggio di Al Capone'. Ricordando le oltre 2.100 udienze che lo hanno riguardato e a cui qualche volta ha partecipato, il premier ha affermato che in quelle udienze 'c'erano sempre i miei giudici pagati ovviamente da me'. Qualche istante d'imbarazzo ed ecco la correnzione: 'I miei avvocati. Adesso diranno che c'è stato un lapsus freudiano di Berlusconi'.

Le parole del Cavaliere sono state duramente commentate dal presidente della Camera che ha così risposto alle accuse contro di lui mosse: 'L'escalation di quotidiane menzogne di Berlusconi non è più tollerabile. Anche oggi, e per l'ennesima volta, il presidente del Consiglio ha detto di avere le prove di un patto scellerato che avrei sottoscritto con la magistratura per impedire le riforme della giustizia. Lo sfido a dimostrare quel che dice: dica il nome del magistrato che glielo avrebbe detto, e fornisca le prove a sostegno delle sue parole: se non risponderà, cosa di cui sono certo, gli italiani avranno la prova che non sa cosa significhi la parola vergogna'. Ma anche il leader dell'Idv Antonio Di Pietro ha detto la sua, affermando: 'Un fatto gravissimo, andrò a denunciarlo. Su Fini, Berlusconi ha detto cose gravissime. Io non credo che sia avvenuto un fatto del genere ma la magistratura deve indagare perché o è una calunnia o è un fatto vero. Bisogna accertare la verità'.

Attacco è la parola che meglio può definire l'intervento del presidente del Consiglio al Teatro Nuovo di Milano. Non solo contro la magistratura e Fini, ma anche contro i giornali e le trasmissioni televisive e radiofoniche, contro le intercettazioni e contro la sinistra a proposito della quale ha detto: 'La sinistra ha tentato, tenta e tenterà una nuova eversione cercando di dare una spallata al governo eletto dagli italiani come hanno tentato di fare con la diaspore di Fini cercando di farci perdere la maggioranza contro il voto degli italiani'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016