Excite

Silvio Berlusconi dichiarato non gradito in Ucraina dopo la visita a Vladimir Putin

  • Getty Images

Silvio Berlusconi cittadino non gradito in Ucraina per i prossimi tre anni. E' la conseguenza della visita a Vladimir Putin a Sebastopoli, dove l'ex cavaliere ha reso omaggio alle truppe del regno di Sardegna morte durante la guerra di Crimea del 1853-1856.

La Crimea è un territorio di cui la Russia si è appropriata l'anno scorso, logico che la ferita ucraina sia ancora aperta e sanguini abbondantemente.

Berlusconi: già accordi preelettorali

L'ex presidente del consiglio italiano ha fatto visita alla Crimea non concordando il viaggio con le autorità ucraine, per questo è stato inserito nella lista nera.

Il giro di vite non riguarda solo Silvio Berlusconi. Ultimamente Kiev ha redatto un elenco di 900 persone, di cui fanno parte diversi giornalisti, sottoposti ad alcuni vincoli.

VINO INDIGESTO - La visita di Berlusconi in Crimea ha creato un vero e proprio putiferio a Kiev. La locale magistratura, infatti, ha aperto una inchiesta nei confronti del signor Fininvest.

L'accusa è quella di appropriazione indebita. Il motivo? Silvio Berlusconi ed il caro amico Vladimir Putin si sono concessi una bottiglia di vino del 1775 del valore di 150mila euro.

E direte voi: e allora? Che c'è di male? Il problema è che i due, per l'occasione compagni di merenda, hanno stappato la bottiglia all'interno di una cantina della Crimea.

La magistratura ucraina considera la Crimea a tutti gli effetti territorio ucraina, nonostante la sanguinosa annessione dello scorso anno. Ci sorge un dubbio. Berlusca-Putin quella bottiglia l'avranno pagata?

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017