Excite

Silvio Berlusconi e la lista nera: Santanchè, Mussolini e Comi fuori dalla tv? Biancofiore: "Colpa degli alfaniani"

  • Getty Images

di Claudia Gagliardi

Silvio Berlusconi è già proiettato alla prossima campagna per le elezioni europee di maggio, senza contare che il suo partito continua a spingere per varare subito una nuova legge elettorale chiedendo insistentemente la fine delle larghe intese ed elezioni anticipate. Per prepararsi alla prossima stagione elettorale, il Cavaliere avrebbe in mente una strategia comunicativa che ha creato non pochi malumori nel partito: stop ai berlusconiani di ferro in tv, basta Gasparri nei tg, Santanchè nei talk show e così via. L'indiscrezione, lanciata da Repubblica in un articolo a firma di Carmelo Lopapa, ha scatenato prevedibili reazioni.

Michaela Biancofiore show a Piazzapulita: "Alfano più ruffiano di tutti. Il Rubygate? Tutte le donne cercano uomini ricchi"

Berlusconi sceglierebbe la linea morbida, lasciando in panchina i volti poco rassicuranti, gli urlatori di professione, i forzisti duri e puri, quelli che poi finiscono per danneggiarlo. Un timore che il Cavaliere aveva già manifestato, secondo i retroscenisti, nei mesi scorsi durante la discussione sulla sua decadenza.

Servizio pubblico, è lite tra Daniela Santanchè e Roberto Formigoni su Berlusconi decaduto

Tra i nomi da bandire dal piccolo schermo ci sarebbero almeno 12 esponenti di spicco della rinata Forza Italia, tra cui i senatori Maurizio Gasparri e Alessandra Mussolini, le deputate Daniela Santanchè e Laura Ravetto, l'europarlamentare Lara Comi, l'ex sottosegretaria di Stato con delega alla Pubblica amministrazione e la semplificazione Michaela Biancofiore. I più agguerriti, i fedelissimi sempre all'attacco. Al loro posto, meglio piazzare nei tg volti meno aggressivi come quelli di Mariastella Gelmini, Mara Carfagna e Renata Polverini.

La replica non si è fatta attendere. Qualcuno dei personaggi citati ha contattato direttamente Berlusconi, altri si sono fatti sentire su Twitter (come l'incredula Laura Ravetto), tanto da richiedere l'intervento dell'ufficio stampa del partito, che rassicura: "Non esiste alcuna black list o qualsivoglia 'lista di proscrizione' di esponenti di FI per le apparizioni televisive voluta da Silvio Berlusconi".

Dalle parole di Michaela Biancofiore all’Huffington Post arriva poi l'accusa agli ex alleati: da sempre critca nei confronti dell'ex segretario Pdl, secondo la deputata sarebbero stati gli alfaniani a far circolare la voce di una lista nera voluta da Silvio Berlusconi in vista dei prossimi appuntamenti elettorali. La tesi è chiara, non esiste alcuna censura: "C’è sicuramente lo zampino degli alfaniani. Sono loro che voglio spaccare Forza Italia, che vogliono mettere un cuneo tra noi e il presidente Berlusconi. Una 'black list' fa il verso al Nuovo centrodestra che vuol far credere che all’interno di Forza Italia ci sia un’ala estrema, ma la mia ascesa in tv è dovuta solo al fatto che ho qualcosa da dire".

Se Lara Comi ha fatto sapere di aver sentito Berlusconi e di aver avuto la conferma che può andare in tv quando vuole, Daniela Santanchè ha commentato come sempre senza peli sulla lingua: "Se un cretino ha fatto la lista pensa di vivere in un regime dove ci sono direttori di tg servi e prezzolati. Io mi fido della smentita e questa sarebbe la prima bufala del 2014. Comunque sia, io vivo di luce propria e se ho delle cose intelligenti da dire vado in tv. Dunque è una lista inutile". Tutto come prima, dunque. La pitonessa e gli altri "falchi" forzisti non abbandonano i salotti tv.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017