Excite

Silvio Berlusconi: 'Elezioni nel 2012? Escluso'

  • LaPresse

Arrivare a fine legislatura, indire elezioni anticipate, creare un governo tecnico. Sono tante le ipotesi che aleggiano nell'aria in questo momento di crisi. Ma a sgomberare il campo da ogni possibile equivoco è lo stesso presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Lasciando Palazzo Grazioli per dirigerirsi alla volta della Sardegna, il premier ha escluso un possibile ritorno alle urne nel 2012 e ha detto: 'E' un'ipotesi che non c'è mai stata, non si è mai parlato di questo'.

Berlusconi ha voluto sottolineare il fatto che non c'è alcun cambiamento nei programmi di governo e che l'esecutivo continuerà la sua attività senza interruzione.

Il premier si è concesso una parentesi nella sua Villa Certosa, ma già oggi o al più tardi mercoledì farà rientro a Roma per la riapertura delle Camere, impegnate nell'esame dei provvedimenti sull'anticipo al 2013 della manovra sul pareggio di bilancio. Il presidente del Consiglio, prima di partire per il fine settimana, ha voluto sottolineare che il lavoro del governo non si fermerà neppure ad agosto.

L'ipotesi di un possibile ritorno alle urne nel 2012 era stata avanzata dal ministro dei Beni Culturali, Giancarlo Galan, che, parlando subito dopo la conferenza stampa con il ministro dell'Economia Giulio Tremonti e il sottosegretario Gianni Letta, aveva detto: 'Se fossi un bravo politico dovrei dire che la legislatura finirà nel 2013, ma mi sento di affermare che sia più logico prevedere la scadenza nel maggio 2012'. Ma Berlusconi ha subito smentito queste parole, affermando che l'ipotesi di voto anticipato non c'è mai stata.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016