Excite

Silvio Berlusconi imita Bersani: "Quando io parlo, lui abbaia"

  • Getty Images

Silvio Berlusconi ha aperto la campagna elettorale nel Lazio tirando fuori dal cilindro una nuova trovata mediatica, l'imitazione del suo principale avversario politico, Pierluigi Bersani. Il Cavaliere ha incontrato i sostenitori del Pdl all'Auditorium della Conciliazione di Roma: "Grazie di essere qui questa sera, come ai vecchi bei tempi", ha esordito sul palco. Poi ha iniziato il suo comizio con una battuta: "Prima di uscire di casa mi sono guardato allo specchio e ho visto un altro da quello che mi aspettavo e ho dedotto che non fanno piu' gli specchi belli di una volta".

Berlusconi, proposta shock: "Imu rimborsata agli italiani in un mese"

Forte dei sondaggi che danno il Pdl in rimonta, Berlusconi è stato nuovamente protagonista della giornata di campagna elettorale con uno dei suoi annunci-shock: dopo la promessa della restituzione dell'Imu in contanti agli italiani, il leader del centrodestra ha lanciato la sua ricetta per combattere la piaga della disoccupazione giovanile. Ai microfoni di Rai Webradio 8 il Cavaliere ha promesso che in caso di vittoria la sua coalizione "nel primo Consiglio dei ministri" approverà "un decreto che consentirà alle imprese di assumere un nuovo collaboratore senza dover pagare i contributi né le tasse per i primi anni (...) Se ogni impresa assumesse anche un solo giovane avremmo creato 4 milioni di nuovi posti di lavoro". E' seguito un coro di critiche contro l'ennesima promessa del Cavaliere, cui Bersani ha replicato ironicamente: "Stiamo ancora aspettando quel milione di posti di lavoro" ha detto, riferendosi alla promessa della prima campagna elettorale berlusconiana, quella che avrebbe dovuto realizzare il "nuovo miracolo italiano" ben 19 anni fa. E proprio al segretario del Pd e alla sua reazione il Cavaliere ha dedicato un'invettiva dal palco dell'Auditorium.

Maurizio Crozza imita Berlusconi a Ballarò: il video

Dopo l'ospitata di ieri nel TgLa7 di Enrico Mentana, Berlusconi lamenta di non aver potuto parlare abbastanza (l'intervista è di soli 5 minuti per ciascun leader di coalizione o candidato premier): "Vai nelle televisioni come quella di ieri di Mentana dove ti fanno arrivare lì e hai cinque minuti. Tre minuti se li prendono loro per dire che hai sbagliato tutto e tu hai due minuti per far capire che non hai sbagliato proprio tutto tutto, forse qualcosa ma non tutto". E rispondendo alle critiche di Bersani sulla nuova promessa elettorale, Berlusconi ha attaccato il candidato premier del centrosinistra dando vita ad nuovo siparietto: "Ho fatto una intervista di 45 minuti. Poi succede che una tv estrae una frase, fa un comunicato e senti Bersani che abbaia con il suo dialetto".

Le promesse di Silvio Berlusconi dal 2001 ad oggi? Non mantenute

Berlusconi ha fatto ridere la platea con un'imitazione del suo avversario politico, accennando un improbabile accento emiliano per parodiare il segretario del Pd: "Mo' Berlusconi ha detto un'altra delle sue stronzate, la più grossa di tutte. Ha detto che fa 4 milioni di posti di lavoro. E no, non va". L'ex premier è anche tornato sull'argomento spiegando che il suo era solo un appello agli imprenditori perché approfittassero di eventuali sgravi fiscali e assumessero dei giovani, ma che la cifra dei 4 milioni di posti di lavoro era semplicemente frutto di un calcolo sommario riferito al numero delle aziende italiane.

Berlusconi fa l'imitazione di Bersani

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017