Excite

Silvio Berlusconi: "Se la sinistra mi fa decadere, il governo cade". Renzi: "Vada via lui"

  • Getty Images

All'indomani della pubblicazione delle motivazioni della sentenza Mediaset Silvio Berlusconi ha rotto il silenzio, lasciando la residenza di Arcore nella quale si era ritirato da settimane in una sorta di esilio volontario: l'ex premier è tornato a Roma per un vertice con lo stato maggiore del Pdl e un incontro con il leader dei Radicali Marco Pannella, per fare il punto sul sostegno del Pdl ai referendum sulla Giustizia. E in serata ha lanciato una nuova offensiva parlando in collegamento telefonico il fondatore dell'Esercito di Silvio durante una riunione del gruppo.

Sentenza Mediaset, le motivazioni della Cassazione: "Berlusconi ideatore di sistema illeciti"

E' un Berlusconi agguerrito, che mette da parte i toni pacati degli ultimi giorni con cui aveva invitato i falchi del partito a non rilasciare dichiarazioni che potessero essere facilmente strumentalizzate dai media. Un Berlusconi deciso a combattere fino alla fine per restare attaccato alla poltrona di senatore e certamente non intenzionato a dimettersi prima che la Giunta per le elezioni e poi l'Aula si esprimano sulla sua decadenza in base alla legge Severino.

Silvio Berlusconi, Veronica Lario telefona al Cavaliere: "Ti sono vicina"

In barba ai proclami di responsabilità e al sostegno professato al governo di larghe intese prima della sentenza Mediaset che lo ha condannato per frode fiscale a 4 anni di carcere, Berlusconi annuncia al telefono con Simone Furlan che se il Pd voterà per la sua decadenza il governo non avrà più motivo di esistere: "Dopo 20 anni dalla mia discesa in campo si ripete la stessa situazione: tentano di nuovo di togliermi di mezzo attraverso misure giudiziarie che nulla hanno a che vedere con la democrazia - ha detto il leader Pdl - Sarebbe disdicevole se il governo cadesse ma naturalmente non siamo disponibili a mandare avanti un governo se la sinistra dovesse intervenire su di me, sul leader del Pdl, impedendogli di fare politica".

Berlusconi condannato, l'Esercito di Silvio capisce male la sentenza: il video

Dopo essersi assicurato qualche spiraglio di sopravvivenza con la controversa abolizione dell'Imu annunciata dal premier Letta dopo il consiglio dei ministri due giorni fa, la tenuta dell'esecutivo si mostra ancora una volta legata a doppio filo alla salvezza di Berlusconi: "Abbiamo fatto le larghe intese, di pacificazione per vedere se si potesse mettere fine alla guerra civile, quella guerra fredda partita dopo il '48 invece avete visto quello che è successo siamo ancora in mezzo al guado". Parole, quelle del leader Pdl, cui è seguita la replica a stretto giro del ministro per i Rapporti con il Parlamento, Dario Franceschini: "Il ricatto di Berlusconi va respinto al mittente a stretto giro di posta: non violeremo mai le regole dello Stato di diritto per allungare la durata del governo".

Forza Italia 2, Berlusconi prepara il ritorno: nuovi manifesti elettorali a Milano

Nello stesso giorno in cui il Capo dello Stato nomina 4 nuovi senatori a vita (e qualcuno vi intravede una sorta di azione preventiva per creare le condizioni di sostegno ad un Letta-bis in caso il Pdl faccia saltare il tavolo) e in cui il Pd conferma la necessità che la sentenza Mediaset sia eseguita ed applicata ("In un paese civile un leader condannato condannato in via definitiva va a casa lui, senza aspettare che venga interdetto" ha detto Matteo Renzi alla festa Pd di Forlì), Berlusconi sfida per l'ennesima volta gli alleati di governo ponendo la propria permanenza in Parlamento come elemento essenziale per la sopravvivenza dell'esecutivo.

Intanto, annunciando che firmerà per i referendum dei Radicali, conferma ancora una volta la volontà di resuscitare Forza Italia e rivendica la cancellazione dell'Imu come una vittoria del Pdl, un successo da offrire agli italiani come prova della capacità del partito di mantenere le promesse elettorali: "Lanceremo, come abbiamo fatto nel '94, una bandiera. Quella di Forza Italia. Questo avverrà nel mese di settembre (...) È nostra la grande vittoria sull'Imu. Abbiamo fatto quanto abbiamo promesso in campagna elettorale. Credo che tutti gli italiani che hanno una casa ci debbano essere riconoscenti. Lo spero".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016