Excite

Silvio Berlusconi: 'Tremonti non decide. Lui propone'

  • Foto:
  • ©LaPresse

E' difficile sostenere che l'atmosfera tra il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il ministro dell'Economia Giulio Tremonti non sia tesa. A conferma di ciò l'ultima dichiarazione del premier dopo la sconfitta elettorale delle amministrative.

Nel tentativo di dare nuova linfa vitale all'Esecutivo, il presidente del Consiglio ha rilanciato il tema delle tasse e ha fatto sapere che ora il governo si impegnerà per fare la riforma del Fisco. Berlusconi ha detto: 'Ho preso atto della sconfitta. Sono sicuro però che non ho mancato in nulla se non nel comunicare. Sono assolutamente fiducioso, abbiamo una maggioranza per fare le riforme e mi metterò a comunicare tutte le settimane'.

Quando però i giornalisti, incontrando Berlusconi al Quirinale in occasione dei festeggiamenti per la festa del 2 giugno, gli hanno chiesto cosa accadrà nel caso in cui il ministro Tremonti non dovesse aprire i cordoni della borsa, il premier ha risposto: 'Li faremo aprire. Non è Tremonti che decide. Lui propone'. Aggiungendo: 'Sarebbe facile ridurre le imposte se facessimo ciò che fanno gli altri Paesi sulle pensioni o sull'impiego pubblico. Ma noi non siamo intenzionati a farlo anche se faremo la riforma del Fisco'.

Quelle parole, quel 'non decide, lui propone', hanno suscitato un gelido silenzio in Tremonti che, secondo indiscrezioni, non avrebbe incassato benevolmente. Tanto che più tardi il premier si è sentito in dovere di chiarire la sua frase e attraverso una nota ha fatto sapere: 'Vengo avvertito di tentativi di polemica su una mia risposta del tutto ovvia a una domanda dei giornalisti. Riconfermo piena fiducia nel Ministro Tremonti e sono sicuro che continueremo a lavorare bene insieme come abbiamo fatto sino ad adesso'. Basterà questo per far tornare il sereno tra i due?

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016