Excite

Simone Coccia Colaiuta intercettato e denunciato per estersione

di Laura Abbate

Simone Coccia Colaiuta, il fidanzato di Stefania Pezzopane, sarebbe stato intercettato e denunciato per estersione. La notizia arriva direttamente dal sito de Linkiesta.

Coccia Colaiuta sarebbe stato coinvolto nell'inchiesta sui ricatti all'ex governatore dell'Abruzzo Giovanni Chiodi (in cui per altro pare sia coinvolta anche la fidanzata senatrice). Ma procediamo con ordine. Come scrive il collega Alessandro Da Rold, tutto sarebbe iniziato alla fine del 2014 quando Coccia Colaiuta e Maiorano (colui che ha scoperchiato i segreti nell'armadio di Renzi quando era sindaco di Firenze) litigano su Facebook. Volano paroloni e pure minacce di denuncia che poi trovano concretezza. Pare che ci siano di mezzo questioni famigliari. Sembra insomma che i due se le siano cantate di santa ragione. Non solo, sempre nel novembre del 2014 la Digos - che avrebbe messo sotto controllo la linea telefonica del fidanzato della Pezzopane ascolta una conversazione tra Simone e il suo agente Ivan Giampietro in cui quest'ultimo spiega che è possibile chiedere i danni d'immagine per la denuncia di Maiorano.

Simone Coccia Colaiuta e Stefania Pezzopane: tutte le foto della coppia

Ivan avrebbe spiegato a Simone: "Perché lui scrive "al tuo agente", al tuo manager e ufficialmente tu puoi querelarlo a seguito di questa cosa, cioè che hai perso un lavoro. Coccia Colaiuta racconterebbe: "Dovevo essere testimonial del sito della mia agenzia, dovevo percepì 20 mila euro e adesso m’hanno....a causa di questa segnalazione non lo posso fare più". A questo punto Coccia Colaiuta risponde: "Questa è una storia che mi devo inventà io praticamente...». E l'agente intanto assicura che avrebbe preprato un contratto così da avere una cosa in più contro Maiorano "un’altra arma per chiedergli i danni". Simone poi avrebbe consultato il suo avvocato e avrebbe parlato con lui per definire la cosa, nei minimi particolari.

L'agente avrebbe insistito sostenendo che il fidanzato della senatrice avrebbe dovuto puntare sul mancato contratto, perso dopo la denuncia di Maiorano. L’agenzia avrebbe ingaggiato lui come testimonial, Simone avrebbe chiesto 20 mila euro, e così Ivan avrebbe preso del tempo per pensarci. Venuta fuori la denuncia l'accordo sarebbe saltato. Dunque il danno d'immagine ci sarebbe stato. Il fascicolo della Digos si conclude con Colaiuta che si complimenta con l'amico per la genialata pensata " Se ti vuoi inc....e il mondo intero a occhi chiusi lo puoi fare". L'avvocato Carlo Taormina, difensore di Maiorano, ha detto a Linkiesta: "E' un chiaro tentativo di estorsione, sporgeremo denuncia".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017