Excite

Sindaco di Roma 2013, Ignazio Marino vince contro Alemanno: sconfitta ammessa agli instant poll

  • Getty Images

Roma ha un nuovo sindaco. A meno di un'ora dalla chiusura dei seggi e prima ancora della diffusione di dati ufficiali, il coordinatore del comitato elettorale di Gianni Alemanno, il senatore del Pdl Andrea Augello, ha infatti dichiarato laconicamente: "Mi pare evidente che abbia vinto Ignazio Marino". Un risultato atteso, tutto sommato, considerato il gap di oltre 12 punti tra il candidato del Pd e quello del centrodestra, che è diventato palese quando Enrico Mentana ha comunicato nel suo speciale di Tg La7 che i primi instant poll di Emg davano Marino al 60,5% contro il 39,5% di Alemanno.

Alemanno perde le elezioni, lo sfottò di Facebook e Twitter: #ciaogianni

"Mi pare che il risultato sia chiaro, resta l'ipoteca della forte astensione, un dato politico con cui il nuovo sindaco dovrà fare i conti", ha commentato l'assessore della giunta uscente Umberto Croppi, aggiungendo: "Sarà lui a dover ricostruire un rapporto fiduciario con i cittadini, la vera scommessa è questa". E in effetti l'affluenza bassissima è un segnale che non può essere ignorato, a Roma come nel resto d'Italia, con la Sicilia - dove si è votato per i sindaci in 142 Comuni, tra cui quattro capoluoghi - che ha fatto registrare dei dati record in negativo: alle 22 di ieri sera, infatti, si era recato alle urne solo il 47% degli aventi diritto.

Confronto Alemanno-Marino a Sky Tg24, il sindaco uscente: "Fango su di me"

E mentre il centrodestra prende atto della sconfitta e consegna la vittoria al candidato del Pd, la mamma del nuovo sindaco, Valeria Mazzanti, invece preferisce essere scaramantica: "I primi instant poll danno mio figlio al 60%? Io non festeggio, come ha detto Zingaretti prima di essere eletto: 'Voglio aspettare fino all'ultimo voto per festeggiare'", ha dichiarato a Un giorno da pecora, su Radiodue. Una prudenza eccessiva, dal momento che a 803 sezioni scrutinate su 2600 Marino è avanti su Alemanno per 64,22% a 35,78%. Ad ogni modo, la mamma del prossimo primo cittadino della Capitale è convinta che suo figlio "farà bene" e per la vittoria è pronta a cucinare "una bella pastasciutta e qualche piatto romano, come le costolette d'abbacchio. O anche una bella carbonara".

58 anni, originario di Genova, chirurgo e già senatore del Pd, Ignazio Marino con la vittoria al ballotaggio completa la cavalcata trionfale che lo ha visto avere la meglio sugli altri candidati alle primarie del partito con una percentuale di oltre il 50% e poi battere il sindaco uscente al primo turno con un distacco di oltre 12 punti, che però non si è concretizzato in un'affermazione secca non avendo superato quota 50%.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017