Excite

Sinistra Italiana, il partito di ex Pd e Sel: Fassina attacca 'Renzi è come Berlusconi'

  • Getty Images
Il logo è rosso tradizionale su sfondo giallo. Il nome è classico: Sinistra Italiana, con l'abbreviazione "Si" che vuole sottolineare un approccio positivo con una risposta affermativa. La presentazione al Teatro Quirino a Roma è stata promettente: la struttura non riusciva a contenere tutte le persone presenti e così i discorsi sono stati tenuti all'esterno, davanti a una folla di centinaia di persone. Sinistra Italiana può già contare su un gruppo di 31 deputati, sommando i fuoriusciti dal Partito democratico e quelli presenti in Sel che confluirà nel soggetto politico.Pippo Civati, dissidente della prima ora, non ha presenziato all'evento: sta continuando la fase costituente di Possibile, il suo movimento ispirato al 'Podemos' spagnolo.

Leggi anche l'annuncio dell'addio di Stefano Fassina al Pd

Stefano Fassina, uno dei primi a lasciare il Pd in polemica con il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha messo i paletti del progetto: "Sinistra italiana ha una proposta di governo, alternativa al liberismo da Happy days del segretario del Pd. Abbiamo scelto di avviare i gruppi parlamentari intorno alla legge di stabilità perché la credibilità non si conquista con l'autocertificazione ma sui contenuti". "I nostri emendamenti - aggiunge Fassina - sono un messaggio all'Italia per dire chi siamo. Questa manovra iniqua è sinergica al partito della nazione: Renzi ha detto che attua il programma che Berlusconi non è riuscito ad attuare". Assente giustificato, per motivi familiari, l'ex presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, che ha comunque inviato un messaggio: "Tocca a noi rimetterci in cammino, abituarci allo scambio plurale delle idee, camminare uniti ma camminare sui sentieri dell'innovazione, avere come bussola un vincolo di popolo, essere luogo di connessione di competenze e culture critiche, costruire un programma di governo all'altezza delle sfide e dei dilemmi del tempo nostro. Tocca a noi restituire senso alla parola sinistra".

Tra i nomi più noti che hanno aderito a Sinistra Italiana, ci sono il capogruppo alla Camera e il leader nazionale di Sel, Arturo Scotto e Nicola Fratoianni, l'ex bersaniano, Alfredo D'Attorre, Claudio Fava, e anche Corradino Mineo, il senatore protagonista di una recente polemica con Matteo Renzi. La formazione del gruppo alla Camera è scontata, mentre per il Senato si sta ragionando su chi vorrà farne parte. "C’è almeno una decina di parlamentari del Pd che si sta interrogando", afferma comunque D'Attorre. "Li ho sentiti c’è una riflessione ancora in corso. Immagino ci siano in futuro altre adesioni, soprattutto nei territori", ha concluso.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017