Excite

Sky manda in onda Shooting Silvio ed è polemica

E' bufera contro Sky che lunedì sera ha mandato in onda il controverso e surreale film Shooting Silvio di Berardo Carboni, uscito nel lontano 2007.

Shooting Silvio racconta la storia di Giovanni, detto Kurtz, che ossessionato da Silvio Berlusconi progetta di rapirlo e ucciderlo.

Una storia che in qualche modo ricalca quella di Death of president, in cui a finire sotto il mirino è George Bush.

Il Pdl non ci sta e sostiene che si tratta di un invito all'odio e alla violenza mentre dal Pd si segnala la difesa della pellicola e dell'emittente che ha deciso di mandare in onda Shooting Silvio.

In realtà si viene a sapere che Sky non avrebbe voluto mandare in onda il film di Carboni ma gli accordi presi con Anica obbligano la tv di Murdoch ad acquisire tutti i film italiani che hanno raccolto in sala più di 20.000 spettatori.

Interessante la presa di posizione del regista abruzzese secondo cui "Shooting Silvio non incita alla violenza ma fa tutt'altro come si è detto migliaia di volte perché il film è anche noto mediaticamente: non incita all'odio ma ad una riflessione. E' certamente provocatorio ma è un esercizio ad essere se stessi, a mostrare le proprie idee. Non è che se un film parla di guerra è un inno alla guerra, in genere cerca di ostracizzarla. La polemica è del tutto strumentale. Il film non è uno strumento politico, è un film. Io ho idee politiche, ma non faccio politica".

Il trailer di Shooting Silvio

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016