Excite

Soldatessa di Abu Graib: "Rumsfeld sapeva tutto"

Nell'intervista al settimanale tedesco Stern, Lynndie England, la soldatessa giudicata colpevole nel 2005 per gli abusi e le umiliazioni inflitte ai prigionieri del carcere di Abu Ghraib, che oggi è tornata in liberta e vive ad Ashby, una piccola cittadina americana, lancia pesanti accuse nei confronti del governo statunitense.

Le immagini delle torture a Abu Ghraib

Lynndie England sostiene che Donald Rumsfeld, segretario alla Difesa dal 2001, era a ocnoscenza della torture ai prigionieri nella prigione dello scandalo. Rumsfeld, dichiara la England, "era stato nella prigione quando io ero lì. E se c'era stato non poteva non sapere. E Bush? Lui è il capo", dice la soldatessa, giudicando impossibile l'ipotesi che il presidente americano ignorasse quanto accadeva nella prigione irachena di Abu Ghraib.

NLynddie England, che nella lunga intervista punta il dito anche sull'uso delle foto-scandalo da parte dei media, spiega di sentirsi adesso "una marionetta nella mani del Governo". La soldatessa si è anche detta molto dispiaciuta per le torture inflitte ai prigionieri.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016