Excite

Stefano Costa, candidato Movimento 5 Stelle arrestato per sequestro di persona: rapì un imprenditore

  • Facebook

C'è anche un candidato del Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni amministrative di Bassano del Grappa (Vicenza) tra gli arrestati nell'operazione dei carabinieri scattata mercoledì 23 aprile: Stefano Costa, esponente grillino tra le liste per le prossime elezioni locali, è finito in manette insieme ad altre 12 persone.

Claudia Pinton, 18enne modella candidata del Movimento 5 Stelle a Padova: dalle passerelle alla politica

Il blitz, che ha portato anche a 19 denunce per vari reati commessi in città e nel padovano, ha coinvolto l'attivista pentastellato noto nella zona come 'il moralizzatore', molto impegnato nel sociale soprattutto a sostegno dei soggetti indigenti e dei portatori di disabilità. Stefano Costa è iscritto al Movimento 5 Stelle dal mese di aprile dello scorso anno: originario di Campise e residente a Bassano del Grappa, il 37enne dovrà rispondere di accuse molto gravi.

Costa è stato arrestato per rapina aggravata in concorso, sequestro di persona ed estorsione: insieme al complice Nerio Corò, 47enne allenatore della squadra di calcio di Noventa di Piave accusato degli stessi reati, sarebbe responsabile di un rapimento-lampo avvenuto lo scorso marzo.

La vittima del sequestro di persona sarebbe un imprenditore di Camposampiero (PD), che ha denunciato i suoi aguzzini ai carabinieri: invitato in un appartamento di Bassano con una scusa, l'uomo era stato minacciato con un coltello e poi legato per essere trasportato in auto in un altro luogo.

Secondo la testimonianza dell'imprenditore, i rapitori si sarebbero spacciati per affiliati della 'ndrangheta: all'uomo sono stati chiesti 200.000 mila euro di riscatto. Liberato dopo aber fornito rassicurazioni sul pagamento della somma, l'imprenditore è stato minacciato anche in seguito affinchè pagasse il danaro chiesto.

Dopo la denuncia ai carabinieri di Cittadella, sono partite le indagini che hanno portato ai 13 arresti. In merito al coinvolgimento dell'esponente del Movimento 5 Stelle, il senatore vicentino Enrico Cappelletti ha preso le distanze dall'accaduto con un comunicato ufficiale, sostentendo che sull'operazione delle forze dell'ordine "non c’è molto da aggiungere, se non che aspettiamo la conclusione delle indagini e che ovviamente il candidato verrà escluso dalla lista e gli attivisti sceglieranno un altro candidato".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017