Excite

Usa, bocciata la riforma sanitaria di Barack Obama

Stop alla riforma sanitaria varata lo scorso marzo dall'amministrazion del presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Un giudice federale della Florida ha accolto il ricorso presentato da 26 Stati contro la legge definendo incostituzionale la parte in cui obbliga i cittadini a sottoscrivere un'assicurazione sanitaria per evitare sanzioni a partire del 2014.

Secondo il giudice Roger Vinson, nominato dal partito repubblicano, dal momento che 'il vincolo individuale' ad acquistare l'assicurazione è incostituzionale e non è disgiungibile dal resto della norma, l'intera legge deve essere considerata abrogata.

Per la riforma sulla Sanità pubblica voluta dal presidente Usa è la seconda battuta d'arresto giudiziaria dopo la sentenza sfavorevole di un giudice distrettuale della Virgina. Secondo quando fatto sapere dal Dipartimento della Giustizia, che ritiene la riforma in linea con la Costituzione, l'amministrazione Obama ha annunciato che ricorrerà in appello contro la decisione del giudice federale. La portavce del ministero della Giustizia Tracy Schmaler ha affermato: 'Vogliamo esprimere il profondo disaccordo con la sentenza e continuiamo a credere che la riforma della Sanità sia costituzionale come dimostra il precedente legale. Siamo certi che prevarremo in appello'. Il caso è dunque destinato a finire davanti alla Corte Suprema.

Foto: wikipedia.org

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016