Excite

Strauss-Kahn resta in carcere. Il giudice ha negato la cauzione

Il direttore del Fmi Dominique Strauss-Kahn, 62 anni, resterà in cella a Rikers Island, penitenziario su un isolotto dell'Hudson, almeno fino a venerdì 20 maggio quando sarà una giuria popolare a giudicarlo. L'uomo, che si trova ora in una cella di tre metri e mezzo per quattro separato dagli altri detenuti per la sua sicurezza, è stato incriminato per violenza sessuale ai danni di una cameriera dell'hotel Sofitel, vicino a Times Square, a New York.

Questa la decisione del giudice Melissa C. Jackson che ha negato la cauzione. Vani i tentativi dell'avvocato Benjamin Brafman, il quale ha provato a sostenere che l'incontro tra il direttore del Fmi e la cameriera Ophelia sia stato consenziente. Strauss-Kahn pare avere dei graffi sul petto che confermerebbero la lotta con la donna. L'assistente procuratore distrettuale John McConnell ha raccontato alla corte che sabato pomeriggio Strauss-Kahn ha aggredito sessualmente la cameriera del Sofitel e ha tentato di violentarla; quando non ci è riuscito, l'ha costretta a fare sesso orale.

Nonostante la moglie dell'uomo, la giornalista tv Anne Sinclair, si sia presentata con un milione di dollari per la cauzione e nonostante l'impegno ad indossare il braccialetto elettronico e a rimanere nella casa di New York della figlia o in quella di Washington in attesa di processo, il giudice ha respinto la richiesta di cauzione perché c'è possibilità di fuga. Strauss-Kahn, del resto, è stato fermato proprio mentre era in aeroporto pronto a prendere il volo.

Per capire ora cosa sia relamente accaduto, se quanto raccontato dalla cameriera del Sofitel corrisponda a realtà, basterà attendere i risultati dell'esame del Dna al quale, dopo un giorno di resistenza, Strauss-Kahn si è arreso. Il direttore del Fmi rischia ora dai 20 ai 70 anni di carcere. I legali dell'uomo dicono che è innocente, ma che potrebbe perdere l'incarico all'Fmi e che le sue speranze di correre per la presidenza francese il prossimo aprile sono andate perdute.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016