Excite

Suicidi Civitanova Marche: Fornero "profondamente addolorata", Boldrini contestata

  • Getty Images

Il giorno dopo l'indescrivibile tragedia di Civitanova Marche, dove i coniugi Romeo Dionisi (62) e Anna Maria Sopranzi (68) e il fratello di lei, Giuseppe (72), si sono tolti la vita a causa delle difficoltà economiche che vivevano per la crisi, Elsa Fornero è intervenuta sulla vicenda rilasciando un'intervista a il quotidiano torinese La Stampa in cui si dice "profondamente addolorata". Ma le sue parole hanno immediatamente incendiato la rete, con Twitter che si è scagliato contro il ministro del Welfare criticando - nel migliore dei casi - "la sua legge di morte".

Coppia suicida nelle Marche per colpa della crisi. Il fratello della donna si getta in mare

"La #Fornero è dispiaciuta per i suicidi dovuti alla crisi. Eppure è tutto scritto nella sua riforma", scrive @FranAltomare, mentre @marcovaleriolp commente: "Sole24Ore pag 1: 'Esodato, senza salario, indebitato: la crisi uccide tre volte'. Se primo quotidiano finanz lo scrive, Fornero&Inps che dicono?". Perché l'emozione che attraversa il Paese in queste ore porta in una sola direzione: la rabbia verso le Istituzioni. Assenti quando servono, ma sempre pronte a chiedere ai cittadini. "Con che coraggio parla la Fornero, non so", twetta infatti @perry_liz81, anche se @ilariodeiasio nota: "Si dà colpa a #Monti e #Fornero, ma ci si dimentica che il cappio (della #Troika ) al collo (dell'Italia) l'ha messo #Berlusconi #sapevatelo".

Tuttavia, ad accendere la miccia sono state le dichiarazioni di Fornero a La Stampa, per molti 'la seconda parte' delle 'lacrime da coccodrillo' versate al momento di annunciare la sua riforma delle pensioni. "Si sono uccisi per la crisi? Davvero? Mi dispiace moltissimo", ha detto il ministro, aggiungendo: "Evidentemente hanno sentito troppo forte il peso della crisi che stiamo vivendo. Adesso, dobbiamo onorare la loro memoria lavorando in modo costruttivo, tanto più che ci sono piccoli segnali di ripresa".

Una partecipazione al lutto decisamente non gradita, come poco apprezzata è stata anche la decisione di Laura Boldrini di partecipare ai funerali delle vittime. Quando il Presidente della Camera è arrivato questa mattina a Civitanova Marche, infatti, i parenti l'hanno accolta con estrema durezza: "Faceva meglio a non venire", avrebbe detto la sorella di Romeo Dionisi. Uno sfogo "confermato da più fonti", scrive La Stampa, che racconta che nella cittadina c'è enorma, profonda e pericolossima rabbia per questa "tragedia della dignità" che non è stata capita dalle istituzioni. "Tanto è inutile girarci attorno, lo sanno tutti chi li ha uccisi: l'Inps, che inseguiva Romeo da quattro anni. Ma anche Equitalia. Insomma lo Stato. Vale per loro ma anche per tanta altra brava gente. Romeo e Anna non volevano chiedere aiuto ed erano terrorizzati", ha spiegato a La Repubblica il cognato di Dionisi, Giuseppe Giudici.

E così, ecco i fischi e le contestazione per Boldrini (presente), ma anche per Fornero e per quella sua ultima, non richiesta, difesa: "Oggi chi punta il dito contro di me e il governo che rappresento, accusandomi di eccessiva rigidità, se non avessi fatto quello che ho fatto, per esempio l'innalzamento dell'età per la pensione, mi avrebbe attaccato per inefficienza".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017