Excite

Susanna Camusso a Marsala parla della divisione dei sindacati

In molte città italiane il primo maggio, giorno della Festa dei lavoratori, ha visto i sindacati divisi tra loro. A tal proposito, aprendo la manifestazione a Marsala, il segretario generale della Cgil Susanna Camusso ha detto: 'Abbiamo ascoltato il presidente della Repubblica, credo abbia assolutamente ragione: i sindacati divisi sono sindacati più deboli'.

Il segretario della Cgil ha poi aggiunto: 'Insistiamo a dire che le differenze ci sono e non si superano facendo finta che non ci siano, ma dandosi nuove regole che permettano ai lavoratori di decidere'. E ancora: 'I temi della crisi del Paese sono tutti là, le ragioni del nostro sciopero rimangono tutte vista la manovra finanziaria e le politiche che il governo si appresta a fare'. Il riferimento è alla mobilitazione del 6 maggio.

La Camusso ha spiegato che dalle parole del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è arrivato un appello fondamentale. Il segretario della Cgil ha quindi affermato: 'Il problema oggi è la creazione di lavoro e contrastare la disoccupazione crescente in particolare tra i giovani di questo Paese. Questo vuol dire investimenti, cantieri, scelte. Per farlo c'è una strada, quella di intervenire subito sul fisco: spostare la tassazione verso le grandi ricchezze, verso la finanza, in modo da avere un alleggerimento per lavoratori e pensionati e per le aziende che investono, ed avere così anche risorse per gli investimenti'.

All'intervento della Camusso ha così replicato il segretario della Uil Luigi Angeletti: 'Il vero problema è affrontare i veri problemi che hanno i lavoratori e la disoccupazione: questa è la vera emergenza. L'unità dei sindacati può essere utile, ma non è il fine. L'appello del Capo dello Stato va accolto in modo positivo, ma è nel trovare lavoro che si misura l'utilità dell'unità dei sindacati, non in termini astratti'.

Il leader della Cisl Raffaele Bonanni ha invece chiesto una riforma del fisco 'con una immediata nuova legge che radicalmente cancelli la vecchia'. Bonanni ha detto: 'E' necessaria una legge che sposti i pesi del fisco da lavoratori e pensionati verso coloro che, essendo più ricchi, hanno pagato meno. Vogliamo un pronunciamento chiaro da parte del governo'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016