Excite

Tangenti nella sanità, Sirchia condannato a 3 anni

Era prevista per questa mattina la sentenza dei giudici milanesi sul processo per le presunte tangenti nel mondo della sanità, tra i cui imputati compare anche Girolamo Sirchia. La quarta sezione penale del tribunale di Milano si è riunita in camera di consiglio e ha condannato l'ex ministro della Salute a 3 anni di reclusione per corruzione e appropriazione indebita.

Oggi l'accusa non ha replicato mentre è intervenuta solo una parte civile. Secondo i magistrati, Sirchia avrebbe incassato tangenti da multinazionali specializzate in prodotti sanitari, per favorirle nelle forniture di appalti. Gli avvocati difensori dell'ex ministro, Paolo Grasso e Giovanni Maria Dedola, avevano chiesto all'accusa l'assoluzione di Sirchia, valutandone "l'incensuratezza, la personalità e il comportamento processuale di Sirchia, riconosciuto dagli stessi pm".

L'inchiesta che è sfociata nella condanna di Girolamo Sirchia, portò il 29 settembre 2004 agli arresti domiciliari per il professor Francesco Mercuriali, ex primario di Immunoematologia del Niguarda, che si suicidò a casa sua il successivo 4 ottobre.

Fra le tangenti citate nell'atto di chiusura indagine, ci sono tre assegni su un conto corrente di Chiasso ritenuto riferibile a Sirchia per un totale di 30.500 dollari emessi da Health Care Id Inc. di Chicago, e tre assegni da 11.000 marchi tedeschi ciascuno emessi dalla Immucor tedesca, la filiale centrale europea della Immucor Usa.

Girolamo Sirchia, che si è sempre difeso dicendo che quel denaro era il corrispettivo di una serie di consulenze, insieme a Maurizio Lupi si contendeva il ministero della Salute nel nuovo governo berlusconiano.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016