Excite

Tessera del tifoso: Luca Zaia invoca la carcerazione allo stadio

Mentre i tifosi protestano contro la tessera del tifoso, considerandola inutile e un modo per favorire gli interessi delle televisioni impedendo ai singoli di recarsi allo stadio, il ministro Luca Zaia lancia una provocazione che farà discutere.

Durante un meeting a Cortina Incontra, il presidente del Veneto Luca Zaia ha infatti dichiarato che 'servono rigore e pugno di ferro' e che 'sarebbe utile la possibilità procedere ad arresti negli stadi e incarcerare in maniera provvisoria finchè non vengono trasferiti, come accade in altri Paesi. Si tratta solo di aggiungere delle sbarre a strutture che già esistono'.

E anche se la prima giornata di campionato si è conclusa con poche proteste e tutte pacifiche, secondo Zaia 'è deplorevole che si impieghino forze di polizia per regimentare scorribande e guerriglie negli stadi. Questo non è sport'.

Il rilascio della tessera del tifoso è affidato alle singole società calcistiche che hanno predisposto tutta una serie di moduli da sottoporre ai tifosi in modo da processare la domanda; ogni società sportiva è obbligata a rilasciare la tessera del tifoso entro 20 giorni dalla richiesta e nel periodo di attesa il tifoso dovrà esibire, oltre al biglietto o all'abbonamento, la cedola di richiesta della Tessera accompagnata da un documento.

Possono richiedere ed ottenere la tessera del tifoso i tifosi mai sottoposti a Daspo, a misure di restrizione o a condanne negli ultimi 5 anni per reati da stadio.

Ricordiamo che la tessera è obbligatoria per sottoscrivere un abbonamento o per seguire la squadra in trasferta mentre per gli altri settori dello stadio basta acquistare un biglietto.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016