Excite

Tunisia, dopo la fuga di Ben Ali arriva il nuovo governo

Il presidente tunisino Ben Ali è scappato e ha lasciato il Paese nel caos. Da giorni, ormai, è in atto la cosiddetta 'guerra del pane'. La popolazione, che manifesta contro la disoccupazione e il carovita, si è trovata coinvolta in sanguinosi scontri. Lo scorso giovedì Ben Ali aveva annunciato di aver ordinato di abbassare i prezzi e di non usare più le armi, poi la fuga.

La protesta tunisina, il video

Le immagini degli scontri che da giorni si susseguono in Tunisia

A lasciare il Paese in fretta e furia anche la moglie del deposto presidente tunisino, Leila Trabelsi. Non prima, però, di essersi recata alla Banca centrale a Tunisi e aver ritirato dei lingotti d'oro. Come reso noto dal quotidiano Le Monde. A quanto pare la first lady avrebbe lasciato il Paese, venerdì scorso, con ben 1,5 tonnellate d'oro per un valore di 45 milioni di euro. Dopo aver raggiunto Dubai, la donna sarebbe arrivata a Gedda, dove nella notte è giunto anche il marito.

Dopo la deposizione dell'ex presidente, si attende oggi di conoscere la composizione del nuovo governo tunisino. A dare l'annuncio sarà il premier Mohammed Ghannouchi, presidente del Parlamento tunisino che ha assunto la guida ad interim del Paese in base a quanto previsto dalla Costituzione del Paese. Secondo esponenti dell'opposizione, il nuovo esecutivo vedrà la presenza di esponenti dell'opposizione, ma anche tecnici e attivisti per i diritti umani.

A quanto pare, dopo un incontro con i leader dell'opposizione, il premier Ghannouchi ha voluto escludere i partiti vicini al precedente governo. Il nuovo governo dovrebbe essere composto da rappresentanti del movimento Ettajdid (Rinnovamento), PDP, del Fronte democratico per il Lavoro e le Libertà (FDTL) e da figure indipendenti. Spetta ora a Ghannouchi organizzare, entro sessanta giorni, elezioni presidenziali e legislative.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016