Excite

Umberto Bossi, cimici in casa e al Ministero

Incontrando i giornalisti a Ponte di Legno, dove si trova in vacanza con la famiglia, il leader della Lega Umberto Bossi ha raccontato che un paio di mesi fa nel suo ufficio al Ministero delle Riforme e nella sua abitazione romana, nella zona di Porta Pia, sono state trovate delle 'cimici'. Bossi, però, non ha presentato alcuna denuncia.

Il capo del Carroccio ha raccontato di aver avvisato il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, il quale ha inviato degli uomini a fare gli opportuni controlli. Il ritrovamento delle cimici è avvenuto grazie ai sospetti della segretaria di Bossi.

Il leader della Lega ha raccontato: 'La mia segretaria al ministero si è accorta che troppa gente sapeva cose che avevo detto solo a lei. Ha avuto un sospetto e ha deciso di chiamare una società privata per fare la bonifica. Abbiamo deciso di chiamare i privati perché non volevo fare casino: io sono uno che tende a minimizzare. Però abbiamo avvisato Maroni'. Bossi ha poi aggiunto: 'In ufficio hanno trovato una cimice e casa mia a Roma era piena: allora sono venuti gli uomini di Maroni'.

Il leader leghista ha sottolineato: 'Non c'è alcuna inchiesta, perché non ho fatto denuncia; tanto l'inchiesta non avrebbe trovato niente'. Bossi ha detto di non sapere chi possa aver piazzato le cimici e alla domanda con la quale gli è stato chiesto se siano state trovate microspie anche nell'abitazione di Gemonio ha risposto: 'No, lì ho un fucile da caccia e una rivoltella'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016