Excite

Umberto Scapagnini è morto, era il medico personale di Berlusconi

  • Getty Images

Due volte sindaco di Catania e per lungo tempo medico personale di Silvio Berlusconi, Umberto Scapagnini si è spento oggi all'età di 72 anni. L'uomo, farmacologo di fama internazionale, è morto in ospedale a Roma, dov'era ricoverato dallo scorso 26 marzo per un infarto che aveva ulteriormente aggravato un quadro già compromesso da un ictus.

Scapagnini dixit: "Berlusconi bravo a letto"

Scapagnini, ex parlamentare del Pdl, era infatti ricaduto nella malattia che lo aveva colpito due anni (un tumore) e a causa della quale si era sottoposto a un intervento che gli aveva provocato la paresi di metà del volto per alcuni mesi. Il medico, tuttavia, all'epoca aveva rassicurato tutti dicendo di avere sconfitto il cancro e pubblicando anche un libro in cui raccontava la sua vittoria: Il cielo può attendere.

Divenuto famoso per essere stato il medico personale di Berlusconi, del quale ha detto: "Tecnicamente è quasi immortale: con il mio elisir ha 12 anni di meno, ha l'attività mentale e sessuale di un cinquantenne", aggiungendo a uso e consumo dei 'nemici' del suo illustre paziente: "Non si illudano, ci seppellirà tutti", Scapagnini è altresì salito alla ribalta delle cronache per diverse inchieste giudiziare relative al suo doppio mandato come sindaco della città di Catania, come quella che lo ha visto condannato per i contributi per la cenere vulcanica versati poco prima della sua rielezione e altre inerenti il buco in bilancio e i parcheggi in proiject financing finanziati dal Comune (per i quali la pubblica accusa ha chiesto l'assoluzione).

La notizia della morte di Scapagnini è stata confermata dal suo avvocato, professor Guido Ziccone, e la sepoltura del farmacologo sarà effettuata nella tomba di famiglia a Napoli, città della quale era originario.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017