Excite

Unità d'Italia: la Lega minaccia di non partecipare ed è polemica

Mentre ci si prepara ai festeggiamenti per i 150 anni dell'Unità d'Italia, Umberto Bossi e la Lega Nord fanno sapere che non parteciperanno ad alcuna celebrazione ritenendole inutili.

A far discutere per primo era stato Roberto Calderoli che aveva fatto sapere che la Lega avrebbe disertato tutti i festeggiamenti preferendo lavorare sul federalismo e a rincarare la dose ci pensa stamattina Umberto Bossi, che ha ribadito le sue posizioni in un'intervista a Repubblica anche se ammorbidite rispetto a quelle del suo Ministro per la Semplificazione.

'La mia speranza', dice Bossi, 'è di arrivarci con il federalismo fatto, che sia legge e diventi finalmente realtà. Se ci pensa bene questo è l'unico pezzo che manca al compimento della vera storia del nostro Paese'.

Bossi sostiene inoltre che 'Cavour era federalista, la promessa e l'impronta federalista sono state fondamentali nel percorso di unificazione del Paese. Poi il re in qualche modo ha tradito perché ha imposto il centralismo, ma oggi è arrivato il momento di riprendere quella promessa e mantenerla compiendo davvero la storia. Non perderemo questa occasione per raddrizzare il Paese'.

Secondo il leader della Lega, i festeggiamenti per l'Unità 'a naso mi sembrano le solite cose un po' inutili e un po' retoriche. Non so se ci andrò, devo ancora decidere. Ma se Napolitano mi chiama...'.

Anzi, ribadisce e conclude il leghista, contro il rischio di tracollo è necessario il federalismo 'perché significa dare delle regole che faranno bene sia al Nord che al Sud: il Nord smetterebbe di pagare e il Sud di buttare via i soldi'.

Immediata la replica di Gianfranco Fini, ormai in aperta polemica con la politica della Lega di cui dice di deprecare 'questo atteggiamento di sostanziale negazione dell'unità nazionale' che 'però non mi sorprende affatto' considerando 'molto grave che il Pdl non prenda sue iniziative per celebrare l'Unità'.

A parlare è stato anche Sandro Bondi che invece ha difeso Calderoli che 'ha detto una cosa diversa: ha sostenuto che il modo migliore di ricordare l’Unità d’Italia è quello di realizzare il federalismo. Anzi, ha detto che il federalismo corona l’unità italiana. Non c’è stato, dunque, alcun accento irridente nè tantomeno di dissociazione rispetto a questa celebrazione e neppure nei confronti del valore dell’unità nazionale. Per molti aspetti condivido questo modo di celebrare il centocinquantesimo anniversario della nostra unità nazionale'.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016