Excite

Velardi e il preventivo gonfiato sul blog

Le due facce della medaglia 2.0. Il buon Claudio Velardi, assessore al turismo campano in quota PD (D'Alema), è uno di quei politici che provano a interagire con il mondo di internet e ha un proprio blog, anche ben fatto, dove insieme a news confidenziali e personali tiene un contatto tutto politico con il proprio web-elettorato.

Internet, luogo comune insegna, è il mondo della trasparenza. Velardi l'avrà letto su qualcuno dei manuali che da un paio di anni riempiono gli scaffali delle librerie, o forse altrove. Fatto sta che il politico e imprenditore campano ha deciso di portare all'estremo il concetto mettendo online il preventivo per un imminente viaggio suo e del suo staff negli USA. Peccato che la sola trasparenza non giustifichi i costi riportati sul weblog.

Dal blog di Velardi: "Letto il titolo del Mattino su Washington (Missione Campania negli Stati Uniti: torna la polemica), mi sono un po’ arrabbiato. Nel pezzo, di questa polemica non c’è traccia. Il cronista riporta con chiarezza il programma della convention della Niaf, il senso della missione, i suoi costi, i dichiarati obiettivi di promozione per Napoli e la Campania. Così mi è passata l’arrabbiatura, e ho cercato di riflettere. (...) Per informazione di tutti, vi allego due schede sul progetto Niaf e sui suoi costi in dettaglio."

Alessandro Gilioli, all'interno della propria rubrica sul sito de L'Espresso, ha fatto un po' di conti in tasca al "lucidissimo" assessore. Ecco i risultati:
a) per dieci posti sul volo Roma-Washington la Campania ha fatto spendere ai contribuenti 25 mila euro. Calcolando che il sottoscritto ha appena comprato on line un a/r sull’identica tratta a 508 euro, deduco che Velardi e i suoi hanno speso 20 mila euro di troppo (o ritengono indispensabile viaggiare in First?).
b) Per il trasferimento dall’aeroporto in città e viceversa, Velardi e i suoi nove amici hanno deciso che spenderanno 1.500 euro. Ora, visto che sono in dieci e che quindi al massimo occupano tre taxi, calcolando anche cento dollari ogni taxi (e sto molto largo: di solito non se ne pagano più di 60-70) e moltiplicando il risultato per due (andata e ritorno), viene 600 dollari, cioè meno di 500 euro. Gli altri mille suppongo siano di mancia.
c) Tralasciando le spese indispensabili - tipo l’acquisto di 50 cravatte e 25 foulard da omaggiare in loco per una spesa complessiva 7.500 euro - notevole è l’acquisto (per 15.120 euro!) di 3.550 prestigiosi "magnetini", sempre per omaggi.
d) Nessuno discute il contributo della Campania al Niaaf, 70 mila euro. Mi chiedo se fosse così indispensabile l'acquisto per 24 mila euro di pagine pubblicitarie sulla rivista semiclandestina "Italy Italy" (con quella cifra potevano puntare a Vogue).
Fonte: Piovono Rane

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016