Excite

Veltroni presenta i primi 12 ddl del PD

"Un fisco per lo sviluppo e l'equità". Si intitola così il disegno di legge presentato ierida Walter Veltroni, frutto del lavoro dei gruppi parlamentari. Si tratta di uno dei 12 ddl che verranno portati al primo Consiglio dei ministri, in caso di vittoria del Partito democratico, e che traducono in legge i punti di forza del programma.

"Abbiamo indicato le nostre priorità e perchè non restassero solo enunciazioni, le abbiamo tradotte in legge. Ci siamo portati avanti con il lavoro - ha detto Veltroni - . Se vinceremo le elezioni alla prima seduta del consiglio dei Ministri cominceremo ad approvare questi ddl". "È una proposta in cinque punti. Il primo - ha spiegato il parlamentare PD Michele Ventura, in conferenza stampa - prevede di intervenire sui bassi salari con le detrazioni già dal luglio 2008". Il secondo punto riguarda il salario di produttività:" È previsto un meccanismo di sostegno alla contrattazione di secondo livello che porterebbe un incremento consistente alla parte salariale". Il terzo punto è quello della riduzione delle aliquote: "Un punto ogni anno per tre anni a partire dal 2009. Si tratta di una svolta possibile grazie ai tre capisaldi su cui basiamo la copertura finanziaria di queste misure: la ripresa della crescita, la riduzione della spesa corrente primaria e il contrasto all'evasione".

Gli ultimi due punti su cui si articola il ddl sul fisco del Pd riguarda più direttamente il lavoro autonomo. "C'è l'esigenza della semplificazione per i lavoratori autonomi - ha spiegato Ventura - che prevede l'aumento da 30mila a 50mila del forfait di imposte e tributi per autonomi e piccolissime imprese commerciali ed artigiane". Veltroni ha parlato di un "fisco amico". Per pagare "le piccolissime imprese commerciali ed artigiane sopportano esorbitanti costi di regolare tenuta della contabilità", spiegano i responsabili del tavolo sull'economia del Pd. Legata a questa misura c'è poi una diversa gestione degli Studi di settore: esclusione per in imprese in monocommittenza e contoterziste; l'entrata in vigore degli Studi non retroattiva; la modifica della norma che prevede la possibilità di reiterare gli accertamenti; maggiore rilevanza della realtà territoriale alla realtà economica e del settore economico considerato nella definizione degli indicatori utilizzati negli Studi.

I dodici ambiti tematici, da cui prenderanno forma i 12 Decreti Legge, presentati da Veltroni:

1)Fisco:"Un fisco per l'equità e lo sviluppo"

2)Ricerca:"Talenti per il futuro"

3)Ambiente:"Rottamare il petrolio. Prime misure per la riduzione delle emissioni di CO2 e per l'innovazione, l'efficienza energetica e le fonti rinnovabili"

4)Mezzogiorno:"Scommettere sul Sud"

5)Sicurezza:"Pacchetto sicurezza"

6)Giustizia:"Per una giustizia efficiente e rapida"

7)Lavoro:"Contrasto alla precarietà del lavoro"

8)Immigrazione:"Diritto alla cittadinanza, contrasto all'immigrazione clandestina"

9)Famiglia:"Dote fiscale per i figli"

10)Donne:"Partecipazione delle donne alla vita economica, sociale, politica e istituzionale"

11)Casa:"Misure in materia di affitti, acquisto della prima casa e sviluppo dell'edilizia residenziale"

12)Tv e banda larga:

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016