Excite

Vendola: "Voglio sposarmi" e lancia Prodi al Quirinale

  • Infophoto

Nichi Vendola protagonista assoluto ieri sera della Festa Democratica di Reggio Emilia. Il governatore della Puglia è infatti intervenuto a tutto campo sulle questioni 'più calde' che animano il partito, dalle nozze tra gay alle primarie, passando per le ipotesi alleanze di governo e il toto-inquilino al Quirinale dopo la fine del mandato di Napolitano.

Bersani-Casini-Vendola: il 'balletto' delle alleanze

Sui matrimoni tra omosessuali, la posizione di Vendola continua a scontrarsi con quella di Rosy Bindi. "L'agenda dei diritti civili e sociali va scritta insieme. Ma io non voglio stare in un acronimo (i Dico, ndr). A 54 anni voglio dire che mi voglio sposare con il mio compagno" ha affermato il presidente della Regione Puglia, continuando: "Prendiamo quello che è possibile, si dice. Ma è con questa logica che abbiamo uno standard di diritti civili da repubblica islamica, perché abbiamo rinunciato a una battaglia di principio. Invece voglio poter dire anche in Italia che abbiamo diritti interi e non dimezzati".

Posizione che Bindi condivide per quanto riguarda i diritti - "regoleremo le unioni civili, anche quelle omosessuali" - ma non per ciò che concerne le nozze: "Non è perché sono credente, ma l'obiettivo che ci possiamo porre è del riconoscimento delle unioni civili e non del matrimonio". La presidente del Pd ricorda infatti che esistono dei paletti di natura costituzionale: "La Costituzione italiana ci dice con chiarezza che mentre è possibile riconoscere i diritti delle coppie omosessuali non è pensabile l'istituto del matrimonio".

Vendola descrive poi le primarie come "una occasione straordinaria per il centrosinistra" e non "un capriccio" e parla di "un'epoca di protagonismo dal basso" che farà seguito al "Berlusconismo, che è stata un'epoca di passività", rispondendo quindi agli attacchi di Matteo Renzi a Sel e alle accuse da lui mosse sulle responsabilità passate di Rifondazione Comunista nella caduta del governo Prodi: "Ripararemo proponendo Prodi per il Quirinale. Ma al juke-box delle banalità, delle piccole litanie qualunquiste, non vale la pena di replicare".

Video, Vendola: "Nozze gay? Politica italiana vigliacca"

Da ultimo, un chiarimento dopo le molte polemiche dei giorni passati su un'eventuale alleanza con l'UDC: "Come dice il romanzo 'Va dove ti porta il cuore', il mio cuore non mi porta dalla parte di Casini", ha dichiarato il governatore della Puglia, concludendo che un governo Bersani-Casini-Vendola "è impossibile in natura".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017