Excite

Ventimiglia, continua l'emergenza migranti: Renzi "Pronti al piano B con l'Europa"

  • Getty Images
Matteo Renzi sfida l'Europa sui migranti. L'emergenza a Ventimiglia, dopo il blocco dell'immigrazione deciso dalla Francia, ha fatto aumentare la tensione: le persone sono fermate dalla polizia e cercano in qualche modo di attendere il passaggio della frontiera. La stazione si è trasformata in un dormitorio, confermando una situazione pericolosa. Con potenziali rischi sanitari. Alcuni gruppi, intanto, hanno trascorso la giornata ripulendo la scogliera.

La storia dei migranti ospitati da una signora in Veneto

Ma la questione ha alimentato il nervosismo anche in ambito diplomatico. Il governo italiano chiederà all'Unione europea un nuovo piano, molto più collaborativo rispetto a quello del presidente della Commissione Jean-Claude Juncker che prevede la ripartizione di 24mila richiedenti asilo. Altrimenti Roma agirà senza più ascoltare le linee di Bruxelles.

Il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, intervenendo nella trasmissione di Maria Latella su Sky, ha affermato: "Non posso rivelare il nostro piano B sul’immigrazione prima dei vertici europei dei prossimi giorni, ma se l’Europa non sarà solidale, si troverà di fronte un’Italia diversa, non accetteremo un’Europa egoista". Il titolare del Viminale ha assunto un comportamento quasi minaccioso nei confronti di Bruxelles. "Noi dobbiamo ottenere subito di più dall’Europa sull’immigrazione. Diciamo no a un numero fisso di migranti da distribuire, ma serve un meccanismo automatico per distribuirli in Europa quando arrivano qui", ha spiegato poi Alfano.

La polemica di Matteo Salvini con Gianni Morandi sui migranti

Secondo le indiscrezioni riportate da 'La Repubblica', Matteo Renzi vuole delle regole diverse per il rimpatrio degli 'irregolari', quei migranti che non hanno diritto alla richiesta di asilo. Deve essere l'Unione europea a risolvere la questioni con gli accordi stipulati direttamente con i Paesi di origine. Ma soprattutto al centro del progetto del governo c'è la revisione del trattato di Dublino, che obbliga un Paese a tenere nel proprio territorio il rifugiato. Con la ripartizione dello 'sforzo', questo principio deve essere di fatto superato.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017