Excite

Vescovi contro Mara Carfagna. 'Una ragazzina, chieda scusa'

Ai vescovi non è piaciuta la presa di posizione del ministro alle Pari Opportunità Mara Carfagna sul Gay pride romano. La Carfagna aveva preso le distanze da uno striscione omofobo fatto affiggere a Roma da Militia Christi e aveva definito l'evento una 'manifestazione gioiosa, serena e partecipata'.

Parole che, a quanto pare, non sono proprio andate giù ad alcuni alti prelati interpellati dal sito web Pontifex. Così la Carfagna è stata definita 'una ragazzina'. Non solo. Secondo alcuni 'dovrebbe chiedere scusa'. C'è anche chi ha detto: 'Perché è ministro? Chiedetelo a Berlusconi'.

Il sito web in questione spesso sferra duri attacchi contro i gay e non si è fatto scappare questa occasione. Accusando, nel caso specifico, chi non si è contrapposto alla manifestazione di sabato scorso. I diversi vescovi interpellati sembrano proprio viaggiare tutti sulla stessa lunghezza d'onda. Contestano chi si professa cattolico e poi nei fatti dice e fa cose che non appartengono al cattolicesimo. Non solo. In molti sembrano lanciare un monito al Governo sottolineando che chi si serve della Chiesa a fini elettorali sbaglia. Tanti la pensano come l'Arcivescovo di Trani, Monsignor Giovanni Battista Pichierri, che ha detto: 'Non basta dichiararsi cattolici sulla carta, occorre coerenza sempre'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016