Excite

Vincenzo De Luca contro Roberto Saviano: "Bisogno di inventarsi la camorra per non restare disoccupato"

  • Excite Italia

di Simone Rausi

Roberto Saviano cammina con la scorta da circa 6 anni. Non può disporre a pieno della sua vita, non può prendere un caffè al bar con un amico, assume psicofarmaci e teme di finire i suoi giorni in un ospedale psichiatrico (tutte sue dichiarazioni). Quando gli si chiede se ne è valsa la pena, lui risponde: “Non posso uscire o entrare quando voglio né tantomeno frequentare le persone che amo senza il timore di rappresaglie”. Detto questo, secondo Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania, Saviano userebbe la camorra come un riempi tempo, un mestiere…

A voler (dover) essere precisi, le parole di De Luca – intervistato da Panorama – sono state: “Io credo che Saviano abbia grandi meriti ma anche un grande limite: sta innamorandosi del suo personaggio e della sua immagine. In qualche momento sembra che abbia bisogno di inventarsela, la camorra, anche dove non c'è, altrimenti rimane disoccupato”. Manco a dirlo, la dichiarazione ha sollevato un mare di polemiche ma, da parte dei due interessati, al momento nessuna replica o smentita. Né a mezzo social, né a mezzo ufficiale.

Quella del Presidente della Campania è una dichiarazione che non mira tanto ad attaccare (seppur, di fatto, lo fa) quanto a difendere. Le istituzioni o i personaggi icona di questa regione hanno provato, più di una volta, a “sminuire” certi fenomeni negativi che, nell’immaginario collettivo, sono tutti Made in Napoli. Qualche tempo fa, ad esempio, Gigi D’Alessio aveva buttato “acqua” sulla terra dei fuochi, ora De Luca prova a far capire quanto la camorra non sia poi così radicata e diffusa (“la vede anche dove non c’è”). Come se poi la camorra fosse riconducibile solo alla Campania. Un fine che, in fondo (ma proprio giù) può anche essere visto sotto un’ottica campanilistica ma che non giustifica, in nessun modo, la responsabilità di certe affermazioni da parte di figure istituzionali di tale portata.

Gigi D’Alessio e la terra dei fuochi: dopo le pesanti accuse, il cantante risponde su Facebook

Naturalmente sui portali web che hanno riportato la notizia e sui social si è già scatenato un vortice di critiche, offese e prese di posizione. Ma non date poi tutto per scontato, c’è anche chi ha cominciato a dare addosso a Saviano, “colpevole”, specie per chi non lo ha troppo in simpatia, di una sovraesposizione mediatica ormai anche di stampo pop.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017