Excite

Vincenzo Maruccio indagato, dimissioni e rabbia dei militanti

  • Facebook

E pensare che Vincenzo Maruccio solo qualche settimana sul suo sito internet gridava a Renata Polverini di lasciare la Regione Lazio (per il caso Franco Fiorito) e di "mettere fine a questa farsa". Si interrompe così la farsa della Polverini per lasciare posto a quella dell'avvocato di Di Pietro. Solita storia di chi predica bene e poi viene accusato di peculato o per meglio dire nel suo caso di "distrazione" (reato in cui qualcuno incassa fondi pubblici senza destinarli all'attività per cui li ha ricevuti).

L'accusa e le dimissioni
Ieri mattina il capogruppo di Italia dei Valori alla Pisana e amministratore dei conti del partito è stato iscritto nel registro degli indagati dalla Guardia di Finanza per aver intascato tra il 2011 e il 2012 circa 700mila euro di fondi pubblici destinati all'Idv senza giustificazione. Le Fiamme Gialle hanno scoperto numerosi bonifici partiti dalle casse del partito, senza causale, destinati tra le altre cose, al pagamento di due mutui a carico di Maruccia per l'acquisto di immobili a Roma e in Calabria. Antonio Di Pietro dopo il rituale stupore e indignazione ha richiesto le immediate ("entro 3 ore") dimmissioni di Maruccio. Detto fatto, lascia tutti gli incarichi dal partito, da coordinatore regionale dell'Italia dei valori, da capogruppo e da consigliere regionale. Maruccio ha assicurato: "Chiarirò ogni cosa nelle sedi opportune e ai magistrati inquirenti, ai quali ho già messo a disposizione la documentazione contabile".

La rabbia dei militanti
Pdl, Pd, Lega, adesso (ri)tocca all'Idv. Il caso di Maruccio ha scatenato l'ira e l'indignazione dei militanti del partito. Sul blog personale dell'ex consigliere regionale si leggono commenti arrabbiati e più di uno sfogo: "Devo rifare la frizione alla macchina, può distrarre 1000 euro anche per me?"; "Bravo Mariuccio. Però adesso vai, ti aspetta la Guardia di Finanza"; "Ma come, facevi tanto il moralista e poi? anche tu con le mani nella marmellata? Non sarai mica il guru der batman?; "Non mi sei mai piaciuto e l'ho sempre detto a chi di dovere. Ma mi ridevano in faccia. Adesso voglio vedere quale altra feccia candiderà Di Pietro".

I precedenti sbagliati di Di Pietro
Non è la prima volta che Antonio Di Pietro prende un abbaglio sulla scelta dei membri di partito. Ci viene in mente il caso più eclatante: Sergio De Gregorio indagato per i reati di riciclaggio, favoreggiamento della camorra e truffa. Allora è giusto chiudere con un commento di un utente sulla pagina Facebook dell'Idv: "Non vi sembra di aver candidato troppe volte persone sbagliate?".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017