Excite

Vladimir Putin nelle vesti di agente Kgb, finto turista con Reagan

Delle immagini risalenti al 1988, quando l'allora presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan incontrò a Mosca il premier comunista Mikhail Gorbaciov, sono state rese note e a destare scalpore è il fatto che l'identità di un giovane turista biondo con al collo una macchina fotografica vicino al presidente Usa è attribuita al primo ministro russo Vladimir Putin. A scattare le immagini è stato Pete Souza, attuale fotografo ufficiale di Barack Obama e al tempo reporter al seguito del presidente Reagan.

Guarda l'immagine dell'agente segreto Kgb Vladimir Putin

Durante la sua visita a Mosca Reagan si intrattenne sulla Piazza Rossa per parlare con alcuni cittadini dell'Unione Sovietica e tra questi c'era pure quel giovane turista biondo che secondo alcune riviste internazionali altro non era che Putin.

Subito da Mosca è arrivata la smentita. Secondo Andrey Piontkovsky, analista politico e biografo dell'attuale primo ministro russo, quel turista non può essere Putin perché all'epoca l'attuale primo ministro era un maggiore di stanza a Dresda. "Non aveva un ruolo così centrale nel servizio segreto da poter essere spedito a Mosca" ha detto Piontkovsky.

Ma è vero che a quel tempo, durante le visite dei capi di stato stranieri, gli agenti del Kgb si fingevano passanti o turisti per porre domande ai leader internazionali così da impressionarli favorevolmente. Il fotografo Souza nel corso di un'intervista alla National Public Radio ha raccontato di aver chiesto a un agente segreto americano presente all'evento: "E' incredibile che i turisti in Unione Sovietica facciano domande così difficili al Presidente". E l'agente rispose: "Non sono turisti, sono tutti parenti di spie russe".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016