Excite

Wikileaks: 'L'Italia bloccò le indagini sul caso Calipari'

Juliane Assange è tornato in libertà e il sito di cui è fondatore torna a far danni e a incrinare i rapporti tra Italia e Usa. Nuovi messaggi apparsi su Wikileaks fanno riemergere un evento tragico che ha visto protagonista Nicola Calipari.

Tutte le scottanti rivelazioni apparse su Wikileaks

Il funzionario del Sismi è morto il 4 marzo del 2005, mentre portava in salvo la giornalista Giuliana Sgrena, rapita dai ribelli in Iraq. L'auto su cui viaggiavano fu attaccata dal fuoco amico americano e una raffica di colpi ferì a morte il servitore dello stato, che cercava di proteggere la sua assistita. Gli Americani ammisero l'errore e il rapporto italiano sulla tragica morte definì l'uccisione di Calipari 'non intenzionale'.

Da un cable siglato dall'ambasciatore Usa a Roma, Mel Sembler, del maggio 2005, e pubblicato sul The Guardian, si legge che tale definizione fu coniata 'specificatamente per evitare ulteriori inchieste della magistratura italiana'. Il Governo Berlusconi voleva 'lasciarsi alle spalle la vicenda' che avrebbe potuto danneggiare i rapporti con Washington. Inoltre aggiunge: 'il governo italiano bloccherà i tentativi delle commissioni parlamentari di aprire indagini'.

Quest'ultima intenzione appare a seguito dell'incontro dell'ambasciatore a Palazzo Chigi con il Ministro degli esteri dell'epoca Gianfranco Fini, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta e il capo del Sismi Niccolò Pollari. Secondo Wikileaks non fu un caso che non ci fu un processo nei confronti del militare che sparò contro Calipari, ma Palazzo Chigi smentisce le nuove rivelazioni ribadendo che i fatti e i documenti in merito dimostrano tutt'altro e che 'il governo italiano si è dissociato dalle conclusioni dell’inchiesta americana'.

Come previsto le scottanti esternazioni del sito di Assange creano una nuova tensione politica e il Partito Democratico chiede che se ne discuta in Parlamento al più presto. La vedova Rosa Calipari, non sembra stupita: 'Lo hanno tradito due volte. Il governo italiano voleva lasciarsi alle spalle il caso Calipari e mettere i rapporti bilaterali con l’America davanti alla verità'. Giuliana Sgrena ha aggiunto: 'Solo il Parlamento può riaprire il caso e rendere onore alla memoria di un servitore dello Stato. Sapere che il caso Calipari è stato insabbiato dalle stesse persone che hanno celebrato Nicola come un eroe mi fa venire i brividi'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016