Excite

Writers: "La nostra è arte"

Ora che il governo sembra pronto ad inasprire le sanzioni contro i writers, il quotidiano Il Corriere della Sera ha cercato di capire meglio chi sono davvero questi graffitari. Lo ha fatto incontrando due ragazzi di Milano, Ivan Tresoldi, 27 anni, e Pao Pao, 30 anni, veri e propri veterani della street art.

I due writers hanno trasformato una passione in arte e professione. "Lavoriamo a progetti condivisi – ha spiegato Tresoldi – ci chiamano anche grandi aziende. Abbiamo fondato 'Art Kichken' e siamo un gruppo di quattro persone che si occupano di mostre, artisti, eventi culturali, con il fine di diffondere l'arte. Una delle nostre missioni è quella di valorizzare al meglio le città con il decoro urbano". Niente a che vedere, quindi, con chi imbratta la città per il solo gusto di lasciare un segno del proprio passaggio, per puro vandalismo o per semplice trasgressione.

Proprio per distinguersi da chi non fa arte vorrebbero poter svolgere la loro "attività" legalmente. A tal proposito Tresoldi ha raccontato di aver proposto progetti al comune, chiedendo spazi su cui lavorare, senza però alcun esito. "Noi pensiamo che la street art sia pubblica - ha affermato Tresoldi - io, Bros e tutti gli altri writers più o meno noti proveniamo dalla strada. Le nostre ribalte sono quelle non convenzionali: i luoghi non deputati come musei o gallerie. Ci sentiamo etnocentrici e non referenziali. E siamo i figli diretti della pop art americana. Stesso embrione. In questo Paese di santi, poeti e navigatori noi portiamo una poesia popolare, così come faceva Pasolini che parlava alla gente. Noi non siamo nei salotti".

Anche Pao Pao ha sottolineato qual è il reale significato della street art. "Imbrattare, significa sporcare e rovinare - ha detto Pao Pao - la street art non rovina e non imbratta, ha una sua etica. Se mai abbellisce la città o cerca di farlo. Perché ha un suo concetto dello spazio pubblico". Pao Pao ha poi aggiunto: "Non mi ritengo un vandalo. Non ho mai imbrattato i muri. Ho sempre scelto i paracarri, i muri di periferia, o i muri di vecchie fabbriche, oppure i luoghi grigi senza anima. Perché l'anima cerco di trasmetterla io".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016